Scoop al GF10: Veronica afferma che nel confessionale gli è stato riferito ke Max è pilotato

Gli autori interrompono veronica mentre afferma che uno degli stessi in confessionale le ha detto che massimo è uno dei loro preferiti e che deve stare vicino a loro e che il comportamento di massimo è pilotato…

Noi crediamo che tutto ciò che avviene nella casa del Grande Fratello sia tutta farina del sacco dei concorrenti. Loro infatti non hanno nessun contatto col mondo esterno e con gli autori del programma. a sostenere ciò è un presunto cameramen del GF 10 che ha lasciato questa dichiarazione:

“sono un cameramen del gf10..per intenderci uno di quelli che si fà 8 ore di turno dietro i vetri specchiati della casa! volevo solo spezzare una lancia a favore degli autori…i concorrenti non sono affatto imbeccati, tutto quello che fanno e dicono è solo farina del loro sacco! ho fatto 6 edizioni del gf (da parte nostra speriamo che non lo chiudano prima: aldillà della qualità discutibile del programma, dà lavoro a tantissime persone normali e oneste!), spesso ho potuto ascoltare quello che si dice nel confessionale….e mai, ripeto mai, nessuno degli interlocutori ha suggerito cosa fare o cosa dire ai concorrenti…è tutto vero (purtroppo) Forse l’unica cosa che rimprovererei agli autori è quella di aver fatto un casting sbagliato….”

Per alcune volte le cose ci puzzano. Gli altri anni ci è capitato di vedere tra le porte che collegano le varie stanze alcuni “soggetti”. Oppure che i concorrenti abbiano parlato con qualcuno. perfino una volta si è visto nella casa una persona indiscreta.

Bhè anche quest’anno c’è la prova che qualcosa non ècome deve essere, genuino e spontaneo.

Guardate il video e commentate…cosa ne pensate? Cosa sarà mai stato quel rumore? Perchè Massimo e Veronica mentre parlano poi cambiano discorso? Discorsi pilotati dagli autori?

Fonte: Stargossip

Scoop al GF10: Veronica afferma che nel confessionale gli è stato riferito ke Max è pilotatoultima modifica: 2009-11-27T17:21:00+01:00da apreattianese
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento